Scarica il Catalogo 2019 | Troverai il Programma completo del festival

Trailer

In Concorso

Fuori Concorso

Categoria Documentari - In Concorso

AMurra

Diego Monfredini, Italy (2019)

Il reportage raccoglie le testimonianze dei ragazzi del borgo calabrese di Davoli, con l’obiettivo di restituire e rendere nota la realtà socioculturale di quei luoghi, in uno scenario segnato dal recupero e dalla rivalorizzazione della tradizione della Morra.

Eli Brizuela

Giacomo Balma, Italy (2018)

Messico, 2018. Sin da bambino Eli coltiva dentro di sé un forte amore per la campagna. Trovandosi ora a dover affrontare problemi di salute, decide di intraprendere un percorso, proponendo a se stesso un’importante sfida: tentare di migliorare la propria vita e quella degli altri, scegliendo come punto di partenza la propria famiglia.

Papagna

Christian Manno, Italy (2018)

Il PAPAVER SOMNIFERUM, detto Papagna, era un tempo impiegato per calmare le coliche e per conciliare il sonno dei più piccoli. Sebbene l’industria farmaceutica stia determinando sempre di più la sua estinzione, la Papagna continua strenuamente e ostinatamente a sopravvivere, nascendo in maniera spontanea nelle campagne dell’Italia meridionale.

Il falso scopo

Riccardo Mollo, Italy (2018)

Il regista segue il proprio padre in una ricostruzione, in chiave strettamente personale, dell’attività ancestrale della caccia. Lo sguardo profondo del protagonista si sofferma sul silenzioso rapporto con i boschi e con la fauna, in un continuo alternarsi di ricordi e presente contingente, fino alla finale riflessione su quello che viene prontamente definito un “falso scopo”.

Gli ultimi Margari

Tino Dell’Erba, Italy (2011)

“Questo video è dedicato a tutti i Margari, gli ultimi uomini e donne delle nostre valli, che con il loro lavoro e grande sacrificio, si ostinano ancora a far vivere la montagna”. La giornata di Caterina e Chiaffredo, il lavoro per accudire il bestiame al pascolo, la quotidiana solitudine della montagna, la miracolosa ostinazione della vita che incessantemente si rinnova.

Né qui, né altrove

Laura Di Pietro, Italy (2017)

La lotta contro il gasdotto Tap è la lotta di un’intera comunità: i cittadini e l’amministrazione comunale di Melendugno manifestano a gran voce la loro opposizione, accompagnati dalla forza e dal sostegno di tanti altri comuni salentini coinvolti. Quale sarebbe l’impatto di quest’opera sull’economia e sull’ecosistema del territorio? Quanto gravi sarebbero le conseguenze a livello ambientale?

Fratello Aglio

Andrea Parena, Italy (2018)

Severino, portando avanti un’antica tradizione agricola, si dedica alla coltivazione dell’aglio su una collina chiamata “Monfrina”, nel piccolo paese piemontese di Mombello. Dalla preparazione del terreno alla composizione delle trecce, assistiamo a un percorso che fa tesoro dei preziosi insegnamenti dell’anziana contadina Maria, con lo scopo di proseguire e arricchire un’importante pratica di coltivazione.

Anche i pesci piangono

Francesco Cabras e Alberto Molinari, Italy (2018)

La vicenda dell’Adriatico è ricostruita attraverso le testimonianze dei pescatori, nell’emblematica cornice della Puglia meridionale. Cos’è accaduto alle acque dell’Adriatico, custodi fino a pochi decenni fa di un meraviglioso patrimonio di ricchezza e biodiversità? Quali sono le cause dell’impoverimento di questo mare? Le voci dei protagonisti tratteggiano le linee essenziali della vicenda, soffermandosi sul problema dell’eccessivo impatto esercitato dai metodi di pesca aggressivi.

Fra le scrasce

Carlo Mazzotta, Italy (2017)

Attraverso le parole della fondatrice, Wilma Vedruccio, ripercorriamo la nascita e la crescita del gruppo Facebook “Fra le Scrasce”, una comunità riunita sotto il condiviso amore per il selvatico che ci circonda, persino per quello che gli agricoltori definiscono come il ‘peggio che ci possa essere in natura’. Lo scopo è la ricerca della bellezza naturale, una ricerca condotta con occhio attento al dettaglio e alla meraviglia delle piccole cose. Le parole d’ordine sono condivisione, emozione e interazione panica con la natura.

Memoria delle erbe

Daniele Di Sturco, Italy (2016)

Maria Sonia Baldoni decide di cambiare la direzione della propria vita: abbandona l’attività di promotrice finanziaria per indossare i panni di una vera e propria Sibilla delle erbe. La svolta esistenziale la porta a percorrere gran parte dell’Italia, tramandando la conoscenza delle erbe spontanee e delle loro proprietà benefiche, con lo scopo di preservarne e a mantenerne viva la memoria.

Iceberg Nation

Fernando Martín Borlán, Spain (2019)

“Quanto dolore per un concetto chiamato Nazione”. La profonda riflessione sulla natura artificiale ed effimera degli Stati è condotta attraverso l’originale paragone con le “isole di ghiaccio”, Icebergs alla deriva che mostrano con patriottico orgoglio le proprie bandiere. Non sono forse le Nazioni, all’apparenza reali e solide, condannate a disciogliersi come ghiaccio?

Now Or Never

Matt Senior, United Kingdom (2018)

La foresta di Batang Toru, nel nord della Sumatra (Indonesia), è la sola e unica casa dell’Orango di Tapanuli, specie ad alto rischio di estinzione recentemente identificata. Per migliaia di anni questa specie ha vissuto nel proprio habitat in perfetta armonia con le popolazioni locali. Ora però, tutto sta cambiando: incremento della popolazione globale, sviluppo dell’edilizia, deforestazione rappresentano una seria minaccia per la sopravvivenza dell’Orango di Tapanuli e di altre specie animali. Un delicato documentario che elogia la bellezza e ci invita ad agire “Ora o Mai più”.

Nowhere

Bernat Sampol, Spain (2019)

Nel 1968 Julio Villar inizia un viaggio di quattro anni a bordo di una piccola barca a vela. Racconta la propria esperienza in un diario, che in seguito diventa un libro intitolato “¡Eh petrel! Cuaderno de un navegante solitario”. Traendo ispirazione da questa impresa, il surfista Kepa Acero intraprende un personale viaggio in cerca di un’onda solitaria da cavalcare, con l’obiettivo di dimenticare i conflitti sociali e immergersi nei remoti e incontaminati angoli della natura.

The Last Fisherman

Bastian Fisher and Vicky Markolefa, Greece (2018)

La vita dell’ultimo pescatore professionista dell’isola di Sikinos, paradiso incontaminato nella parte meridionale della catena delle Cicladi, viene mostrata attraverso il rapporto privilegiato tra l’uomo e il mare. A completare il quadro interviene una fitta rete di relazioni familiari, influenzate anch’esse dall’attività della pesca.

#Fridays ForFuture

Kent Donguines, Mack Stannard and Robin Macabulos, Canada (2019)

Venerdì 15 marzo una folla di circa 1.4 milioni di giovani in 123 paesi diversi rinunciano a un giorno di scuola per far sentire la propria voce in merito alle questioni ambientali. Si tratta di una delle più grandi proteste relative alla questione ambientale e climatica della storia. Il documentario segue questi paladini della sostenibilità nella loro marcia nella città di Vancouver (Canada) per la rivendicazione di una più attenta e consapevole politica climatica.

Categoria Animazione

Appel D'Air

Quentin Reubrecht, France (2018)

Un uomo cerca di scappare dalla vita quotidiana, ma il suo breve tentativo di fuga non farà che metterlo di fronte a una rassegnata verità: il mondo potrebbe essere più piccolo di quel che si crede.

Day Out Again

Hassan Asadi, Iran

Un tenero cortometraggio ci trascina in una meravigliosa notte stellata insieme a un padre, che svolge la professione di operatore ecologico, e a suo figlio. La poetica pioggia di stelle che avvolge la vicenda preannuncia una profonda riflessione su un tema di fondamentale importanza: la consapevolezza ecologica di ogni singolo cittadino.

On the Cover

Yegane Moghaddam, Iran (2018)

Un fotografo naturalista si inoltra nella natura selvaggia e con grande sorpresa assiste a un fenomeno inconsueto: tutti gli animali si esibiscono senza timidezza davanti al suo obiettivo, con lo scopo di apparire sulla copertina della rivista. Le immagini da cartolina presenti sui giornali celano però una terribile verità…

Pulse

S. Forest, C. Floucat, P. Javelot, J. Gales, T. Wambre, K. De Garidel, France (2018)

Jonas, un ragazzo sensibile proveniente da una famiglia di pescatori, scopre un’enorme balena morta sulla spiaggia, arpionata da ogni parte. Il suo animo è profondamente turbato e addolorato alla vista di questo massacro: il giovane percepisce e fa propria la sofferenza provata dall’animale. Il conflitto interiore di Jonas è dunque tra due poli opposti: tradizione familiare legata all’attività della pesca (e della caccia) e forte empatia per la natura.

The N.A.P.

Adolfo Di Molfetta, Italy (2017)

Una sensazionale avventura fumettistica ci catapulta in un mondo immaginario, abitato da personaggi eccentrici e fantastici, dove ogni sorta di fenomeno inspiegabile sembra invece possibile. In questo caotico universo, dove la realtà lascia spazio all’immaginazione più fervida e lo straordinario diventa improvvisamente ordinario, il paradosso regna sovrano.

GIRASOL

María Victoria Sánchez Lara, Venezuela (2019)

La luminosa storia, che assume i connotati di una vera e propria leggenda, racconta la metamorfosi della giovane Carandai, una donna che persegue con assoluta dedizione il suo incondizionato amore per il Sole, fino a trasformarsi nel primo girasole della storia.

How a song saved a species

Rémi Cans, France (2019)

Negli anni Sessanta l’industria della caccia alla balena ha causato la diminuzione del 90% della popolazione della specie rispetto al XIX secolo. Le scoperte di Roger Payne relative al ruolo fondamentale delle balene nell’ecosistema oceanico hanno contribuito alla creazione di un movimento globale, che ha lottato strenuamente per l’abolizione della caccia alle balene con scopi commerciali.

PANTA RHEI

Wouter Bongaerts, Belgium (2018)

L’introverso biologo marino Stefaan studia le balene arenate sulla spiaggia. A differenza di questi animali, che involontariamente vengono trascinati a riva, Stefaan vuole fuggire dall’oceano. Inondazioni, piogge incessanti, rubinetti che perdono sembrano però ricondurlo costantemente all’elemento acqueo. Ogni tentativo di contrastare l’acqua che filtra nella sua vita risulta fallimentare…

Categoria Fiction

Aria Prima

Gaetano Mangia e Luca De Paolis, Italy (2018)

La storia, intimamente legata al territorio da cui proviene, rappresenta uno sguardo profondo che segue con attenta devozione la storia di una famiglia, segnata da importanti evoluzioni emotive. La riflessione sui momenti chiave della vita dei protagonisti si sofferma sul bene primario per eccellenza, l’aria, la risorsa più consumata eppure spesso dimenticata.

La Nonna

Daniele Balboni, Italy (2018)

Enrico vive in città con la sua fidanzata. Una terribile scossa di terremoto lo riporta nel piccolo paese natio, gravemente colpito dal sisma. Il ritorno dell’uomo nella casa d’infanzia riporta alla luce antichi dissapori e conflitti, primo su tutti il complicato rapporto con il padre. Le precarie condizioni di salute dell’anziana nonna e il continuo terrore per i violenti movimenti della terra rappresenteranno elementi fondamentali per l’evoluzione dei legami familiari.

Middle Lands

Maria Conte, Italy (2018)

Alla piccola Sara viene assegnato un compito per le vacanze estive molto speciale: prendersi cura di una piantina di pomodori. Qual è il luogo migliore per far crescere la piccola pianta? La famiglia della bambina vive in un appartamento e Sara decide dunque di piantare i suoi pomodori in un piccolo orto abusivo, allestito dalla nonna in una sorta di “terra di mezzo” situata tra la città e la campagna.

Ossa

Lorenzo Pallotta, Italy (2019)

Alessio è un ragazzo di tredici anni affetto da DEP, disturbo evitante di personalità. In fuga da casa, si rifugia in un luogo solitario, lontano dalla città e dalle persone: la natura si rivela essere il paradiso più sicuro, in grado di comprendere silenziosamente la complessità dell’essere umano.

Sheltered

Ula Pogorevčnik, Slovenia (2019)

Brina decide di abbandonare la sua quotidianità per vivere in una foresta, in perfetta simbiosi con la natura. Un giorno, durante un’escursione, Sofjia e Dorian incontrano la ragazza e decidono di seguirla. Ben presto i tre scopriranno di avere una relazione intima e intensa con la natura, un legame mai provato prima.

Silvio

Chabrut Pierre, France (2018)

Silvio, romantico sognatore, si lascia continuamente distrarre della natura e dalla bellissima Flora, ragazza di cui è innamorato. Accumulatore seriale di guai, per salvare il suo amore Silvio dovrà trovare un modo per tener fede ai propri obblighi, contando sulla complicità del suo migliore amico, un vecchio albero… Un cortometraggio muto, dalle tinte tenui, che con rara delicatezza ci mostra un mondo dove bellezza e poesia regnano sovrani.

Categoria Fuori Concorso

Klama "Salento ferito"

Enrico Acciani, Italy (2019)

La Terra vista dall’alto è ordine, misura e bellezza:è precisione,dettaglio che svela una maestrìa, progresso della vita che esplode nel segreto.Tra piante e fiori di ogni sorta, essa dona cibo e ospitalità a tutti i viventi. Tra di essi l’uomo,l’unico dei suoi figli a proclamarsene padrone assoluto: il suo passo deciso e presuntuoso avanza verso un futuro catastrofico. Klama (lamento in griko) è il canto di sofferenza che la Madre gli rivolge prima che sia troppo tardi.

Proiezione speciale domenica 9/06 promosso da “N&B Natural is better

11

Piergiorgio Martena, Italy (2019)

11 is a semi-pro soccer player. She has to score a penalty at the last minute, which can lead her team to the upper league. The girl has to make a choice: scoring for her team or getting her revenge.

Ius Maris

Vincenzo D’arpe, Italy (2018)

The short film tells the story of Yassine, a young man born and raised in Lecce by Moroccan parents who live, in the same way of all second-generation guys, straddling two cultures, never supported by a real integration.

The Rabbit

Svetlana Noskova, Italy (2018)

In sprint competitions Aisha is always the winner, but when it comes to real life and her best friend Maria, she involuntarily plays the role of the rabbit, a runner who pushes the speed of the other athletes to a better time, forcing Maria to set a new pace of life in her own identity and in the harsh relationship with her mother.

La gita

Salvatore Allocca, Italy (2018)

All’età di 14 anni, Megalie, figlia di genitori immigrati dal Senegal ma nata e cresciuta in Italia, si trova di fronte al difficile compito di trovare un posto per se stessa nel mondo. Quando le verrà negata l’opportunità di partecipare a una gita scolastica all’estero, un’occasione irripetibile per lei di poter rivelare i propri sentimenti al suo compagno di classe Marco, quel posto nel mondo le sembrerà irraggiungibile. Ma lo sarà poi davvero?

Mercurio

Marco Bernardi, Italy (2018)

Mercurio è un ragazzino che adora la bicicletta. Un giorno viene fermato dal regime Fascista e rinchiuso in un campo di smistamento, pronto per essere mandato in un campo di concentramento. Costretto a diventare rapidamente uomo, cercherà, con la sua lotta non armata, di vincere contro l’orrore del Fascismo e ottenere la libertà assoluta.

Give in to Giving

Aryasb Feiz, United Arab Emirates (2018)

Launched for World Kindness Day, the film tells the story of a resolutely unhelpful individual who experiences an epiphany when a little old lady needing to cross the road insists on his help. His experience of giving then brings about such a warm glow that his cold heart thaws – he’s transformed into sunny soul who in turn sets about helping another grinch to see how awesome altruism can be.

Anna

Federica D’Ignoti, Italy (2018)

Anna, after years of silence, decides to reveal to a stranger the story of a love that she defines as unconditional. But what is love? For Anna it is the motive of her pain, her testimony will become her redemption.

Wolf Paths

Noemi Valentiny and Vojtech Dockal, Czech Republic (2018)

“Wolf Paths” is a short animated film dedicated to younger audience. The story of a boy who overcomes his weaknesses and fears shows us that it is better to run with wolves than to wither away in the prison of our own borders.

The guest awaited

Laura Di Pietro, Italy (2015)

A cooking class, the theater, the life that can start again after the escape.  14 women refugees and with them a director, a theatrical trainer, two cooks, a confectioner. All these women together, waiting for the Guest with whom it will be worth continuing the journey.

Nuclear Shadows

Marek Leszczewski, Poland (2017)

A lone boy wanders the desolate wastes that once were his homeland. A catastrophic event scorched the surface of Earth and took everything from him, everything except his dignity. He wants to find a place for a proper burial of his younger brother he carries on his back.

Briganti

Fabrizio Urso and Bruno Urso, Italy (2018)

L’abbandono, spesso colpevole, da parte delle istituzioni e il degrado che accoglie e ospita delinquenza e criminalità,hanno fatto di Librino un quartiere satellite popoloso ma completamente scollegato dal centro cittadino. Un non-luogo con caratteristiche simili alle periferie di molte città europee, un buco nero che rischia di risucchiare i suoi abitanti.
L’associazione sportiva Briganti Rugby Librino è una di queste realtà. “Inclusione sociale grazie alla palla ovale”.

F**k Different

David Barbieri, Italy (2018)

Luca, bellissimo ragazzo dell’alta borghesia, durante una grigia serata in discoteca è inaspettatamente attratto da Susy, una ragazza non proprio conforme agli standard di perfezione a cui è abituato. Riuscirà a superare la paura del giudizio dei suoi amici e farsi avanti?

Il Sogno del Vecchio

Antonio La Camera, Italy (2016)

La memoria della moglie scomparsa persiste con forza nella vita ordinata e silenziosa di un vecchio vedovo, la cui routine viene spezzata da un improvviso malore che lo costringerà a confrontarsi con lo scorrere del tempo.

Motherhood

Flavio Rigamonti, Italy (2018)

A mother struggles to fulfill her duty of caring for disabled son. Torn between her responsibility and a moral struggle, how far can she push her own conscience when duty becomes shrouded in shame?

Twinkle Power To Change

Aftab Abbasi, Pakistan (2018)

The first ever woman weightlifter from Pakistan to have won a gold medal internationally. Twinkle belongs to the minority Christians of Pakistan and her story is a story of change from one of the most sidelined, marginalised communities. Her success changed views about minorities and also opened up new opportunities for women in general by breaking the conservative traditions of the land.

Do it

Francis Pelletier, Canada (2018)

Robert is one of those unfortunate to be caught in the “Friend Zone”. His friends Steve and Toby will do everything to get him out of this bad spell. Everything will be captured by a documentary team.

Okike

Edoardo Ferraro, Italy (2018)

A smiling-eyed African boy is in a small courtroom. He tightens in his hands excited a small DVD player, on which he just started “his film”: Okike, which he directed and performed together with some of his roommates. A Commission observes him perplexed in front of him, trying to follow his story. What is telling is a story similar to many, many others: the civil war, the farewell to the family and months of escape; then Libya, the smugglers, the Mediterranean, Italy, the landing and finally the asylum application.

Are You Volleyball?!

Mohammad Bakhshi, Iran (2018)

A group of Arabian spoken asylum seekers arrive to an English spoken country border and can’t keep going. They conflict with border soldiers everyday till a deaf-mute baby becomes a catalyst for better communication between two groups.

Come Around

Andy Alvarez, Canada (2019)

Bela, a first-generation Filipina immigrant, must face her parents’ prejudice regarding her sexual orientation.

DIFFERENT

Dante Rustav and Hristina Belousova, Uzbekistan (2016)

Despite of what we are what species we belong to and where we live – the depletion of habitat depletes us too ….
Complex forms, past evolution once, “obey to” the circumstances, “adapt” … and “exist” …

Scent of the stars

Francesco Felli, Italy (2017)

Nino, out of the madhouse after thirty years, finds himself incapable of living otherwise. Just as Adriano, a hospital doctor, shot home from his wife and also unable to find the courage to face life. They all will find the meaning of small things again.

Migranti

Oreste Ferriero, Italy

Young Italians

Alessandro Panza, Italy (2018)

Is it enough to be born in Italy to be an Italian? Or is it necessary to behave as such, putting into practice the fundamental points of the specific social and cultural identity? The important thing is to be really happy in the Bel Paese is to embrace its clichés, especially if they come from generations of immigrants… this is the conviction of the state official, who breaks into a multi-ethnic class, hired to smooth all kinds of differences, for the purpose to create «Young Italians»